Santa e Mistica

Caterina nasce a Siena il 25 marzo del 1347 ed è la ventiquattresima di venticinque figli. I suoi genitori sono il tintore di panni Jacopo Benincasa e la sua moglie Lapa Piacenti. Il rione in cui nasce è quello di Fontebranda, nella contrada dell’Oca.

Quando si pensa alla mistica da Siena, vengono in mente tre aspetti della cui vita ne ha stravolto i piani: la sua totale appartenenza a Cristo, la sapienza infusa, il suo coraggio. I due simboli che caratterizzano l’iconografia cateriniana sono il libro ed il giglio, che rappresentano rispettivamente la dottrina e la purezza.

Santa Caterina da Siena viene canonizzata nel 1461 dal papa senese Pio II. Nel 1939, il papa Pio XII la dichiara Patrona d’Italia con San Francesco d’Assisi. Lei è inoltre patrona delle infermiere e dell’Europa. I Santuari principali che le sono dedicati sono la Basilica di Santa Maria sopra Minerva a Roma, il Santuario di Santa Caterina e la Basilica Cateriniana di San Domenico, entrambi edificati a Siena.